Cosa si può ottenere con un parquet?

Servizio

Cosa si può ottenere con un parquet? 

Grazie alle possibilità accennate per la posa del parquet, l'impresario edile ha a sua disposizione una scatola delle costruzioni con la quale può creare splendidi pavimenti in parquet da adattar agli interni, all'uso e infine a desideri individuali. 

Affinché il pavimento in legno sia fonte di piacere per molto tempo, tutte le componenti devono essere in armonia tra di loro. Gli specialisti parlano della costruzione sistematica di un parquet che comprende la base, l'adesivo, ovvero l'isolamento in caso di posa flottante di un parquet a tre strati e non in ultimo il trattamento della superficie. Inoltre sono da tenere presente le qualità tecniche e di fisica edile che si riferiscono all'intero sistema. Il parquet e gli altri tipi di pavimenti sono generalmente di competenza di un artigiano esperto. 

Qualità del parquet e di altri pavimenti in legno 

Durezza e resistenza alla pressione 
La resistenza alla pressione esercitata su una superficie limitata, come ad esempio la pressione esercitata da scarpe con il tacco, viene definita come durezza. La durezza Brinell (unità di misura di uno specifico tipo di misurazione) viene misurata in posizione ad angolo retto rispetto alla venatura, quindi dall'alto sulla superficie del parquet. Il suo valore nei legni per parquet varia da 20 a 45 N/ mm², nella quercia questi valori sono tra 23 e 42 N/ mm². La durezza dipende dalla densità e dall'umidità del legno; e può essere aumentata leggermente grazie ad un adeguato trattamento della superficie (p.e. la sigillatura). 

Resistenza all'abrasione 
Anche la resistenza all'abrasione del legno dipende dalla densità del legno. Qui però bisogna distinguere tra la resistenza all'abrasione del legno stesso e la resistenza all'abrasione della protezione di superficie. Oggi sono a disposizione protezioni della superficie per ogni tipo di uso. 

Elasticità 
L'elasticità di un pavimento influenza il comfort nel camminare e la stanchezza della muscolatura dei piedi e dei legamenti, in caso si stia a lungo a piedi. Grazie alla sua microstruttura il legno è piacevolmente elastico, cosicché in caso di attività da svolgere in piedi si sente meno la stanchezza alle gambe. 

Stabilità allo scorrimento 
La stabilità allo scorrimento dei pavimenti in parquet dipende dal trattamento di superficie e dalla cura. In linea di principio si può regolare la stabilità di scorrimento e quindi la sicurezza richiesta nel camminare. Negli appartamenti in genere si desidera una limitata scivolosità. Se si deve venire incontro a particolari esigenze, bisogna farsi consigliare da uno specialista di parquet o da un posatore. 

Conduttività termica 
Il valore di conduttività termica, anch'esso dipendente dalla densità, per alcuni tipi di legno varia da 0,10 e 0,20 W/ mK; per il legno di latifoglie si considera un valore medio di 0,20 e per il legno di conifera di 0,13 W/ mK. Il legno isola quindi relativamente bene il calore, motivo per il quale i pavimenti in legno vengono sentiti come caldi al tatto. Il valore di conduttività termica si trova però ancora in una fascia che permette la posa su massetto riscaldato (riscaldamento a pavimento) se la resistenza alla conduttività termica non è maggiore di 0,l5 m²K/ W, valore che corrisponde ad uno spessore da 20 mm a 22 mm. Su massetto riscaldato il parquet dovrebbe essere posato incollato. 

Indicazione: La posa del parquet su massetto riscaldato dovrebbe essere eseguita da un artigiano specializzato. 

Conduttività elettrica 
La resistenza elettrica del legno è tra 108 e 1010 Ohm. Con questi valori i pavimenti in legno sono così isolanti, che in caso di scossa elettrica in genere non sussiste pericolo di gravi ferite. D'altro canto la conduttività è sufficiente a impedire l'elettricità elettrostatica sulle persone. In caso di sigillatura con prodotti che creano uno strato, i valori di conduttività dipendo da questa sigillatura. Ciò significa che la conduttività elettrica può essere influenzata dal trattamento di superficie e dal metodo di cura. 

Formazione di fughe

Il parquet viene consegnato e montato con una umidità media e un ambiente di temperatura tra 20 e 22°C che corrisponde ad una umidità relativa dell'aria del 55-60%. Questo clima standard però viene superato in estate, mentre in inverno con il riscaldamento degli ambienti, i valori sono inferiori. Di conseguenza si comporta il legno: in estate può espandersi leggermente e formare una superficie compatta, mentre in inverno si contrae e si possono formare fughe. 

Le fughe sono una caratteristica di qualità del materiale naturale, quale è il legno, e non sono da considerarsi come segno di minore qualità. La formazione di fughe si può però limitare adottando le relative misure (p.e. umidificatore per l'aria) atte a garantire una sufficiente umidità dell'aria durante il periodo di riscaldamento. Questo accorgimento non è solo utile per il parquet, ma aumenta anche il benessere delle persone. 

Comportamento acustico

Parlando e facendo rumori si creano delle onde acustiche che si propagano nella stanza e vengono riflesse o assorbite dagli elementi che delimitano l'ambiente, i mobili e le decorazioni. La struttura delle superfici è determinante per l'acustica nella stanza: superfici dure e lisce riflettono le onde, quelle morbide e strutturate le assorbono, cosicché dopo un breve tempo di riverberazione si smorzano. Sulle persone i tempi di riverberazione medi hanno un effetto calmante, quelli troppo brevi opprimenti. Un arredamento equilibrato con parquet e tessili è ottimale in questo caso. 

Indicazione: Il parquet incollato sulla base si comporta in modo neutrale rispetto alla propagazione acustica nelle altre stanze. Per quanto riguarda l'acustica nella stanza usata, il parquet incollato, ha un influsso positivo sull'acustica. La posa flottante influenza invece negativamente l'acustica (studio di Norbert Strehle, Perito). 

Comportamento in caso di incendio

Un carico d'incendio sulla parte superiore porta ad una carbonizzazione della superficie. Il pavimento in parquet non favorisce la propagazione di incendi. Mentre il legno viene in genere considerato infiammabile, il parquet in quercia (anche con sigillatura) viene classificato come difficilmente infiammabile; presupposto è uno spessore dello strato superiore di 8 mm. Alcuni produttori hanno fatto esaminare anche tipi di legno di altre qualità e possono presentare risultati analoghi. 

Ecologia e salute abitativa

Dal punto di vista ecologico un rivestimento non dovrebbe pesare sull'ambiente, nè in fase di produzione, né durante la lavorazione e neppure nel corso del suo uso, del riciclo o dello smaltimento. I pavimenti in legno vengono prodotti a risparmio d'energia, sono sicuri per la salute dell'utente ed hanno un effetto equilibrante sul clima nell'ambiente. I prodotti usati al giorno d'oggi come collanti e per il trattamento della superficie sono, di norma, privi di formaldeide e di solventi o a basso contenuto di solventi. Per le persone affette da allergie la superficie liscia del parquet è un vantaggio perché non lascia spazio ad acari ecc. Il parquet influenza positivamente quasi tutti i sensi dell'uomo: la vista (colore e struttura), il senso del tatto (camminare a piedi nudi, contatto), l'udito (miglioramento dell'acustica nell'abitazione) e non in ultimo l'olfatto. 

Rinnovabilità

I parquet e i pavimenti in legno sono gli unici tipi di pavimenti che possono essere rinnovati anche dopo decenni di intenso uso. Una levigazione e nuova sigillatura o trattamento con olio o cera rimettono il pavimento completamente a nuovo. Questo procedimento può essere ripetuto varie volte, a seconda dello spessore dello strato superficiale. In caso di parquet flottante, e necessario usare una levigatrice che garantisca una levigazione senza movimento ondulatorio. 

Rivestimento del pavimento per ogni gusto 

Gli schemi di posa, in genere indicati per i vari tipi di parquet, permettono di variare lo stile del pavimento in parquet. Schemi classici sono il parquet a tolda di nave (o a correre, se i listelli sono posati in modo regolare), a spina di pesce, a doppia o tripla spina di pesce o a cassero. 

A ciò si aggiungono schemi ad intreccio, a fascia e bindello, parquet a assi con innumerevoli disegni ornamentali, schemi romboidali, l'aggiunta di fregi ai bordi, la combinazione di elementi quadrati e di listelli in altri tipi di legno ed infine il pavimento ad intarsio, nel quale viene rappresentato un disegno individuale (ad esempio relativo alla stanza e al suo arredamento). Questa arte dei posatori viene sfruttata soprattutto nel restauro di castelli e ville, ma viene oggi anche adottato maggiormente per l'arredo di ambienti abitativi di alto pregio. 

Si possono già ottenere effetti interessanti se il parquet viene posato, a prescindere dalla geometria, in modo diagonale rispetto ai muri invece che ad angolo retto. 

Con la disposizione in modo retto o diagonale rispetto all'asse della stanza o alle finestre, l'aspetto delle stanze può essere volutamente influenzato. Così una stanza sembra più larga, se gli elementi di parquet vengono disposti diagonalmente rispetto al lato più lungo della stanza, inversamente la stanza può essere otticamente allungata

Su